Incontro 2020 - Benvenuti!

Care amiche e cari amici del teatro,

Stiamo per affrontare il maledetto settimo anno. Ma da dove deriva il luogo comune che dopo sette anni l’amore si affievolisce? Da un malinteso. In origine, il termine Seven Year Itchdesignava una malattia cutanea il cui prurito si placa solo dopo sette anni. Nel nostro caso non vale né l’uno né l’altro: ci innamoriamo di continuo del teatro e non stiamo più nella pelle di annunciare la settima edizione dell’Incontro del Teatro Svizzero.

Dopo gli esordi a Winterthur (2014/15) e le successive tappe a Ginevra (2016), Ticino (2017), Zurigo (2018) e in Vallese (2019), quest’anno uniremo due località in un’unica molecola festivaliera carica di energia: Coira nei Grigioni e Schaan nel Liechtenstein. Faremo la spola in brevi tragitti transfrontalieri lungo le rive del Reno e proporremo un nuovo florilegio della produzione teatrale svizzera.

La nostra commissione di selezione ha visionato spettacoli in tutte le regioni linguistiche ed ha quasi ultimato la propria scelta. Presto si prenderanno decisioni, si fisseranno date, si misureranno le dimensioni dei boccascena, si imballeranno scenografie, si ingaggeranno attrici e attori, in modo che in maggio potremo mostrarvi le produzioni migliori, più originali o tipiche – insomma quanto di più notevole è stato presentato l’anno scorso nei teatri delle varie culture del nostro paese.

Da un’edizione all’altra l’Incontro del Teatro Svizzero è divenuto sempre più un ritrovo annuale oltre il fossato dei rösti per i professionisti del settore. Anche a Coira e Schaan il programma sarà accompagnato da forum, workshop e tavole rotonde con traduzione simultanea su temi di attualità in ambito teatrale. E anche quest’anno la cerimonia di consegna dei Premi svizzeri di teatro da parte dell’Ufficio federale della cultura sarà uno dei momenti salienti.

Saremo lieti di dare vita insieme a voi a un incontro stimolante, festoso e divertente – a teatro o durante una conversazione conviviale in uno dei bar e ristoranti del festival.

Plinio Bachmann, Presidente