I progetti digitali fagociteranno il teatro ?

Un colloquio sul teatro digitale con gli artefici di «Lingua Madre»

«Il teatro è live – il teatro esiste quando succede qualcosa sul palco, il teatro ha luogo laddove qualcuno attraversa uno spazio e qualcuno guarda ...

Tutte queste minime definizioni del teatro sono sensate e ciononostante andrebbero rielaborate a fondo, quando il «live» nel senso di un’unità di luogo e tempo per attori/attrici e pubblico improvvisamente non potesse più funzionare. Il mondo del teatro faceva letteralmente trattenere il fiato. Tuttavia dopo un primo choc sono nati molti tentativi di teatro estremamente interessanti. «Lingua Madre» è uno di questi.

Con Carmelo Rifici, il direttore artistico di Lugano Arte e Cultura (LAC) e Paola Tripoli, direttrice artistica del Festival Internazionale del Teatro (FIT), parliamo di come nell’ambito di «Lingua Madre» hanno dovuto ripensare il teatro dall’analogico al digitale. Yves Regenass, responsabile della drammaturgia digitale al Teatro di Coira, si cimenta con il teatro digitale sin da prima che gli altri hanno dovuto farlo per forza. Il teatro digitale è la sua passione. Con lui discutiamo delle opportunità che intravede nel teatro digitale per il futuro. Ma anche di che cosa è realmente il teatro digitale? 

https://www.luganolac.ch/lac/home.html
https://www.fitfestival.ch

Con : Paola Tripoli, Carmelo Rifici, Yves Regenass
Moderazione : Julie Paucker / Yves Regenass

Gratuito, ma si prega d’iscriversi su info@incontro-teatro.ch.

 

20.05.2022—11h40
durata 50 min.